Logo In Faith

Sin dall’antichità, i pellegrini che attraversavano la Romagna rimanevano sbalorditi dall’enorme spiritualità di questa terra e dalla cultura dell’accoglienza della sua gente. La Romagna è, ancora oggi, una terra ricchissima di bellezze artistiche e culturali e sacre reliquie, costellata di eremi, monasteri e santuari immersi nella natura che caratterizzano le tappe di suggestivi cammini spirituali.

Basilica di San Vicinio

Nella centralissima piazza Plauto a Sarsina, è possibile visitare la millenaria basilica romanica dove sono raccolte le spoglie di San Vicinio, primo vescovo e protettore della città plautina.

Famosa è la catena del Santo che ogni anno viene indossata da decine di migliaia di fedeli che ne invocano la protezione contro il maligno. Normalmente la catena viene offerta alla venerazione dei pellegrini apponendola per qualche istante al loro collo accompagnando il gesto con un’invocazione al Santo.

La storia più che millenaria di questa reliquia è costellata di fatti miracolosi e di racconti di prodigiosa trasmissione di potenza divina.

Cammino di Assisi

In viaggio sulle orme di Francesco, tra eremi e foreste sacre, il Cammino di Assisi è uno degli itinerari più belli e vari d’Italia, che unisce il borgo di Dovadola, nelle colline forlivesi, alla città di San Francesco in un itinerario di 13 tappe.

Dalle valli della Romagna si sale verso il crinale al confine con la Toscana, e dopo aver attraversato le “foreste sacre” del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi tocca alcuni tra i luoghi più significativi nella vita di San Francesco, come il suggestivo Santuario di La Verna.

Impegnativo ed emozionante come un classico percorso di trekking, ma allo stesso tempo intenso e spirituale come un grande itinerario di pellegrinaggio, il Cammino di Assisi è il viaggio ideale per chi vuole immergersi nella natura per ritrovare se stesso.

L’Eremo di Montepaolo

A pochi chilometri dal borgo di Dovadola, percorrendo un sentiero che si inerpica per le colline, si trova l’Eremo del Santuario di Montepaolo, dove dimorò Sant’Antonio da Padova.

Il Santuario è infatti tutt’oggi un importante meta di pellegrinaggio dedicata al culto del Santo.

Poco più in basso rispetto all’Eremo, percorrendo il “sentiero della speranza” si raggiunge invece la piccola Grotta, dove, secondo la tradizione popolare, Sant’Antonio era solito ritirarsi in preghiera.

Cammino di San Vicinio

Dedicato a San Vicinio, il primo vescovo di Sarsina, si snoda lungo i luoghi che hanno caratterizzato la vita del Santo, ripercorrendo sostanzialmente il tracciato della Valle del Savio, tra il Monte Fumaiolo ed il Mare Adriatico.

Questo suggestivo itinerario attraversa importanti ambienti naturali, come il Parco delle Foreste Casentinesi, si sofferma in alcuni luoghi della spiritualità cristiana di grande interesse, come ad esempio la Madonna del Monte a Cesena e la Basilica di San Vicinio a Sarsina.

Accanto ai luoghi di culto più importanti, il Cammino permette poi di incontrare piccoli santuari e pievi di campagna dalle origini ancora più remote ricche di bellezza antica.

Icona borsa shopper

Scopri le nostre MIGLIORI OFFERTE InFaith.

Pulsante bookINg

Icona gruppo di persone

Quante persone coinvolte?

FINO A 9 PERSONE
10 O PIÙ PERSONE