Cesena

Cesena, circondata da verdi colline e con il mare veramente poco distante, è una cittadina viva e a tratti sorprendente, tranquilla e mai caotica, e soprattutto ricca di monumenti storici, luoghi di interesse e scorci affascinanti. La “città dei tre papi”, così chiamata perché qui ebbero i natali tre pontefici della chiesa cattolica, custodisce inestimabili tesori artistici, come la Biblioteca Malatestiana, la Rocca Malatestiana, la bellissima Piazza del Popolo ed il Teatro Bonci, che raccontano la storia di una città con un passato di grande splendore.

Il centro storico di Cesena è una bomboniera a misura di passeggiata tra le sue vie suggestive costellate di ristoranti, bar e pub caratteristici che ne fanno una delle città più vive di questo pezzo di Romagna.

La punta di diamante della città è la storica Biblioteca Malatestiana, prima biblioteca civica costruita in Italia nel XV secolo ed inserita nel Registro della Memoria del Mondo dall’Unesco. Progettata da Matteo Nuti, la Biblioteca nasce all’interno di un Convento Francescano nel 1454 e si presenta ai giorni nostri perfettamente conservata. Al suo interno sono custoditi circa 250 mila volumi, fra cui preziosi incunaboli, cinquecentine e antichi manoscritti, grazie ai quali è possibile ammirare l’opera degli amanuensi.

La Biblioteca Malatestiana

Punta di diamante della città, la storica Biblioteca Malatestiana è la prima biblioteca civica costruita in Italia ed è inserita nel Registro della Memoria del Mondo dall’Unesco. Progettata da Matteo Nuti, la Biblioteca nasce all’interno di un Convento Francescano nel 1454 ed è perfettamente conservata fino ai giorni nostri. Al suo interno sono custoditi circa 250 mila volumi, fra cui preziosi incunaboli, cinquecentine e antichi manoscritti, grazie ai quali è possibile ammirare l’opera degli amanuensi.

La Rocca Malatestiana

La Rocca Malatestiana, raggiungibile attraversando un sentiero nel verde del Parco della Rimembranza, svetta in tutta la sua magnificenza sulla città. La Rocca è stata edificata tra il XIV ed il XV secolo per volere di Galeotto I Malatesta e ad oggi ospita al suo interno diverse installazioni a tema medievale ed il Museo della Storia dell’Agricoltura. Il panorama che si può godere dai camminamenti sulle mura è a dir poco spettacolare e permette di vedere fino al mare.

Piazza del Popolo e la Fontana Masini

Cuore pulsante della vita cittadina, Piazza del Popolo è il perfetto punto di partenza per raggiungere tranquillamente a piedi tutte le attrazioni principali di Cesena. Al centro della Piazza si trova la Fontana Masini, progettata a fine ‘500 dallo scultore cesenate da cui prende il nome. Sull’ampia Piazza si affacciano numerosi negozi storici e locali che nella bella stagione allestiscono i loro tavoli all’aperto, rendendo la Piazza ancora più viva.

Il Teatro Bonci

Percorrendo Corso Mazzini, sempre all’interno della cinta muraria, oltrepassata la Cattedrale di San Giovanni Battista, ci si trova davanti al Teatro Bonci, un elegante edificio in stile neoclassico, inaugurato nel 1846 e dedicato al famoso tenore Alessandro Bonci, che deve i suoi natali alla città. La sua acustica impeccabile ed il ricchissimo palinsesto, caratterizzato per le rappresentazioni delle migliori produzioni liriche e drammatiche, collocano il Bonci fra i teatri più rinomati d’Europa.

Villa Silvia - Carducci

A Lizzano, a 7 chilometri dal centro di Cesena, si trova un imperdibile luogo ricco di storia e cultura: Villa Silvia – Carducci, una villa settecentesca immersa nella natura dei colli che divenne un punto di riferimento della cultura romagnola frequentata da famosi artisti, fra i quali spicca Giosuè Carducci. Qui, il poeta trascorse gli ultimi anni della sua vita ed è possibile visitare la stanza dove soggiornava, rimasta perfettamente intatta e conservata con gli arredi dell’epoca ed alcuni cimeli.

Il Museo Musicalia

All’interno di Villa Silvia – Carducci è ospitato il Museo Musicalia, primo ed unico museo che ripercorre la storia della musica meccanica in Italia. Il museo accoglie e custodisce innumerevoli ed affascinanti strumenti musicali quali organi in miniatura, scatole musicali e pianoforti meccanici, ed infine una ricostruzione del tamburo da guerra meccanico progettato da Leonardo Da Vinci. Il giardino della villa, inoltre, fa da suggestivo sfondo a concerti ed iniziative speciali.